Home
ASSEMBLEA SULLA ZONA PALS PDF Stampa E-mail

Martedì 25 Novembre u.s. si è tenuta presso la sede della Cna di Lavello una assemblea che ha affrontato il grave problema legato ai tempi di realizzazione dei lavori di urbanizzazione dell’area Pals del Comune di Lavello.

L’assemblea, voluta fortemente da tutte le imprese insediate ed operanti nell’area, è stata organizzata per fornire informazioni sullo stato dei lavori,  anche alla luce della prossima discussione che il Consiglio Comunale di Lavello affronterà nella seduta del 27/11/2008.

La presidenza ha informato i molti  imprenditori presenti che nelle settimane precedenti, in due diverse occasioni, ha incontrato gli amministratori comunali per conoscere lo stato dei lavori ed i tempi previsti per la loro conclusione.

Le notizie acquisite negli incontri non sono state affatto confortanti. Infatti l’Amministrazione ha confermato che i lavori sono fermi e causa di questo è un complesso contenzioso aperto tra Appaltatore e Direzione Lavori e nel quale, a detta di questi ultimi,  l’Ufficio Tecnico  non è riuscita e non riesce ad esercitare il ruolo che gli compete.

Sta di fatto che nell’area Pals attualmente non esistono regolari sbocchi stradali sulla SS93, non esistono strade asfaltate e marciapiedi,  non esistono reti telefoniche, non è completata la rete del metano, la rete elettrica serve solo una parte dell’area , l’Ufficio Postale si rifiuta di consegnare la posta.

Insomma una situazione grave, che obbliga le imprese insediate a lavorare  in condizioni proibitive  ed al limite della decenza.

Molte dei partecipanti all’assemblea hanno arricchito la discussione portando ulteriori informazioni sullo stato dei lavori , raccontando le esperienze quotidiane vissute nell’area.

L’Assemblea si è conclusa  con l’unanime appello a partecipare alla seduta del Consiglio Comunale del 27/11/2008 e a programmare nelle prossime settimane, anche alla luce delle determinazioni del Consiglio,  forme di protesta che segnalino con maggior forza il degrado nel quale versa la zona Pals e il disagio che quotidianamente le  imprese insediate.

 
 
 

Privacy